Sartene


Olmeto|

Da Propriano, andate fino a Sartène, «la più corsa delle città della Corsica» come ha scritto Prosper Mérimée. Capitale della Terra dei Signori, le alte facciate delle sue abitazioni dai muri massicci si ergono come baluardi dai quali risuonano gli echi della storia.Sartène Il Venerdì Santo, la città vecchia è il teatro dell'impressionante processione del Catenacciu: un penitente rivestito e incappucciato di rosso ripercorre il cammino della passione del Cristo. Con ai piedi una pesante catena, egli porta una croce pesante più di trenta chili. Un'atmosfera indimenticabile di fervore e di passione.

   DA VEDERE

A Sartène, passeggiate nella città vecchia. Prendete un caffé sulla Place de la Libération, scoprite la chiesa Sainte-Marie, l'antico palazzo dei governatori genovesi ed il quartiere di Santa Anna dalle viuzze lastricate con granito grigio. Visitate l'appassionante museo della Preistoria della Corsica che riunisce oggetti provenienti da tutti i luoghi dell'isola.

La torre di Campomoro costruita nel 1583 . Essa è situata in un ampio luogo preservato nel quale la costa selvaggia offre un gran numero di calette. Il borgo di Olmeto nel quale si può vedere la casa di Colomba Bartoli e Fozzano, il paese dove si è scatenata la terribile vendetta che ispirò Prosper Mérimée per «Colomba».

Infine, a Foce che possiede una impressionantissima roccaforte, il belvedere vi offrirà un eccezionale panorama sul golfo di Valinco. Un po' più lontano, spingetevi fino a Santa Maria per scoprirvi, tra gli ulivi, la chiesa romana dell'Annunziata.

 
   DA SCOPRIRE

 I siti megalitici di Palaggio e i suoi 250 monoliti. I Stantari di Cauria, il dolmen di Fontanaccia, il più bello della Corsica, infine Filitosa e le sue statue-menhirs sparse in una magnifica zona. Il ponte geovese di Spin'a Cavallu, probabilmente il più bello della Corsica.
Approfittate per fare un bagno nel Fiumicicoli.
Scoprite il castello d'Istria a Sollacaro ed ad Olmeto il castello di Rocca di Valle.

 
   DA GUSTARE

I vini DOC di Sartène lungo la Strada dei Vini (da seguire con moderazione). Assaggiate le diverse produzioni di olio d'oliva nei numerosi mulini della regione. Gustate il Brucciu (formaggio caprino tipico), i dolci locali, la Pulenta, i salumi di Tasso e, naturalmente, tutti i prodotti del mare.

 

Fonte (AGENCE DU TOURISME)

 






Ricerca personalizzata






 

KORSIKA.IT© - 2005 - Sartene Grafica, webdesign, provider: MTPublisher