Porto


Con il suo litorale costeggiato da scogliere di granito rosso che si tuffano in un mare di un azzurro intenso, il Golfo di Porto ben merita di essere classificato nel «patrimonio dell'umanità» da parte dell'Unesco. E' un grande spettacolo messo in scena dalla natura con un'abbondanza di mezzi eccezionale.

PortoA nord, la penisola di Girolata, accessibile unicamente a piedi o dal mare, offre un paesaggio fantastico nato dalle convulsioni di un'eruzione vulcanica. Ripide scogliere, picchi frastagliati, colate di lava fossilizzata a forma di canali e di scalinate da cui le acquile pescatrici si tuffano verso il mare turchese. E' a nord di questo luogo che è stata creata la riserva naturale di Scandola, la sola in Europa ad essere sia marina che terrestre.

Porto, accogliente stazione balneare, è rinomata per il suo famoso tramonto. La sua torre genovese quadrata e posta come una sentinella che sorveglia il mare da quattro secoli. Dominando il golfo, Ota, villaggio tipico aggrappato alla montagna è il punto di partenza del sentiero delle gole di Spelunca, vero e proprio canyon il cui aspetto grandioso è ancora ravvivato dai profumi inebrianti della macchia. L'occasione per una bella passeggiata in famiglia...

Montagna a picco sul mare, l'entroterra del golfo di Porto è restato a lungo cinto ma ha conservato una reale autenticità ed una tradizione di accoglienza calorosa. Salendo verso il colle di Verghio, Evisa, villaggio circondato di castagni, è al margine della foresta d'Aïtone i cui immensi pini larici nascondono fiumi meravigliosi e piscine naturali. E' il punto di partenza di escursioni verso il Tafunatu, il Monte Cinto, i laghi di Nino e Creno.

   DA VEDERE

Visitate la torre genovese di Porto che offre un piccolo museo dedicato a questi edifici e l'acquario di Porto che presenta la flora e la fauna sottomarina. A Vico visitate il convento di San francesco, edificato nel XV secolo da alcuni Francescani e spingetevi fino alle terme di Guagno les Bains.

   DA FARE

Il Golfo di Porto è il luogo ideale per un battesimo di immersione o per fare delle scalate sulle rocce.
Tuffatevi nelle acque turchesi della spiaggia di Menasina, vicino a Cargèse, che si nasconde in una magnifica macchia. Vi vengono proposte delle escursioni in barca con partenza da Porto, Cargèse e Sagone verso Scandola. Delle gite inebrianti vi aspettano, in particolare fino al bel lago di Creno, coperto di nenufari, che il diavolo, secondo la leggenda, avrebbe creato per nascondersi. Fate il bagno nelle piscine di acqua pura delle cascate di Aïtone. Per i più sportivi, in programma scalate e giri per i canyons.

   DA ASSAGGIARE

I salumi di Cristinacce, i cannelloni al brocciu, i marrons glacés d'Evisa, il miele di Murzo. I funghi.

 

Fonte (AGENCE DU TOURISME)

 






Corsica: | Ajaccio | Aleria | Bastia | Bonifacio | Bravone | Calvi | Cargese | Castagniccia | Ile Rousse | Lucciana | Macinaggio - Cap Corse | Marine de Farinole | Moriani Plage | Porto | Porto Vecchio | Saint Florent | Santa Lucia di Moriani | Sartene | Solenzara | Venaco |


KORSIKA.IT© 2005 - Porto Grafica, webdesign, provider: MTPublisher